Riduzione del divario digitale – Connettività satellitare

Nella convinzione che, in tema di innovazione, il nodo centrale da sciogliere sia relativo alla riduzione del digital divide sul territorio provinciale, il CST ha posto in essere varie azioni.

Sono stati promossi vari incontri tecnici con i principali gestori per acquisire informazioni relative alla attuale disponibilità di Internet veloce e ad eventuali programmi futuri degli operatori privati nelle zone afflitte da “digital divide”.

E’ stata quindi studiata con Telespazio Spa un’ipotesi di connettività satellitare in grado di consentire agli uffici dei Comuni non raggiunti da banda larga di avere comunque un collegamento adeguato alla Rete.

Si è giunti quindi alla definizione di un primo nucleo di Comuni su cui avviare le attività.

GaragusoIn particolare, sono stati individuati i Comuni di Garaguso, Grottole, Oliveto Lucano e Salandra per iniziare la sperimentazione, in quanto nessuno di questi Comuni risulta coinvolto dai progetti di connettività “wireless” che alcune Comunità Montane stanno realizzando sui territori di propria competenza.

Il progetto concordato con Telespazio, i cui aspetti economici sono validati dalla CONSIP, prevede una serie di “Service Level Agreement” per la definizione di livelli di servizio adeguati rispetto alle necessità degli Enti.

Oggi i Comuni di Garaguso, Grottole, Oliveto Lucano e Salandra risultano efficientemente collegati in questa maniera.

Un aspetto particolarmente innovativo del progetto è quello relativo alla realizzazione di “hot spot wi-fi” per l’accesso alla Rete Internet da parte di cittadini all’interno di strutture pubbliche individuate dalle Amministrazioni Comunali, negli orari di sospensione del funzionamento degli uffici municipali.

Gli hot spot sono già operativi presso i comuni che hanno già attivato il servizio o sono comunque pronti per essere utilizzati dalle relative Amministrazioni.

Ogni Ente coinvolto nel progetto deve ora individuare proprio personale (che il CST formerà per la gestione tecnico-amministrativa dell'”Hot Spot”) e rendere operativa e note alla cittadinanza le modalità di funzionamento del punto di accesso .

Ad oggi il Comune di Oliveto Lucano ha già attivato l’hot spot, in funzione di “INFORMAGIOVANI”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi